Caratteristiche del latte d’asina

L’interesse dell’uomo per la produzione di latte d’asina è legato alle particolari caratteristiche di composizione che lo contraddistinguono.

Il latte d’asina sta riscuotendo successo in ambito di diversi impieghi, tra i quali:

  • nutrizione pediatrica
  • nutrizione soggetti allergici al latte vaccino
  • alimento in diete ipocaloriche
  • prevenzione delle malattie cardio-vascolari, autoimmuni o infiammatorie
  • cosmesi

USO ALIMENTARE

Molti studi hanno dimostrato che il latte d’asina è quello che più si avvicina alle caratteristiche organolettiche del latte umano.

body_latte_dasina

Osservando le caratteristiche del prodotto, è stato affermato che il latte d’asina ha:

  • nutrizione pediatrica
  • una componente proteica simile a quella del latte umano;
  • un ridotto contenuto di caseina e lattoglubulina (potenziali allergizzanti);
  • un basso contenuto lipidico, ma costituito da acidi grassi essenziali quali omega 3 e 6;
  • un’elevata concentrazione di lisozima e lattoferrina (potenti antibatterici naturali);
  • un’alta percentuale di lattosio (simile a quello della donna) fattore che ne rende piacevole il sapore, favorisce l’assorbimento intestinale del calcio, ha un ruolo probiotico;
  • ha quote di calcio e fosforo superiori rispetto al latte umano e un contenuto di vitamina C (antiossidante naturale) tre volte maggiore al latte di donna.

Inoltre, il latte d’asina:

  • non contiene la K caseina, per cui non può essere destinato alla caseificazione;
  • ha una totale assenza di germi mastogeni;

Un’asina produce da 0,800 a 1,5 litri di latte circa al giorno, ma molto dipende dalla mole dell’asina, dal mese di lattazione, dall’alimentazione e dal fatto che sia presente o meno il puledro al momento della mungitura. Gli allevamenti si asini, a volte chiamati asinerie, possono contare da pochi capi a più di 700.

USO COSMETICO

Il latte d’asina è ricercato anche per le sue proprietà a favore della pelle, infatti, sin dai tempi antichi, veniva utilizzato come elisir di bellezza da regine e imperatrici.

Si narra, infatti, che Cleopatra, regina dell’Antico Egitto, solesse immergersi nel latte d’asina per mantenere intatta la sua avvenenza e conservare lo splendore della propria pelle. La leggenda dice che occorrevano ben 700 asine per fornirle la quantità di latte necessaria ai suoi bagni di bellezza quotidiani.

Così pare che facesse anche Poppea, seconda moglie dell’imperatore romano Nerone, come riferiva Plinio il Vecchio, descrivendo le virtù di questo latte per la pelle:

<< Si ritiene che il latte d’asina elimini le rughe dalla pelle del viso e la renda più morbida e bianca e si sa che certe donne vi si curano le gote sette volte al giorno, facendo bene attenzione a questo numero.>>

Paolina (1780-1825), sorella di Napoleone Bonaparte, avrebbe anch’essa utilizzato il latte d’asina per mantenere la bellezza della propria pelle, così come l’imperatrice Sissi (1837-1898).

Il latte d’asina è tuttora adoperato per produrre saponi e creme idratanti. Per gli allevatori è una fonte di reddito che viene a completare i proventi tratti dall’allevamento o dal noleggio degli asini, per le escursioni.

Le proprietà lenitive e liscianti del latte d’asina lo rendono uno dei prodotti più preziosi per la cura della pelle.

Il latte d’asina contiene un’incredibile quantità di acidi grassi, vitamina A, B1. B2, B6, C, D ed E, sali minerali ed è ricco di proteine ​​che aiutano a mantenere la pelle morbida e setosa. Grazie a questa composizione, il latte d’asina è estremamente efficace per la pelle secca e combattere le rugheagendo come un fantastico tensore naturale della pelle.

I principali ingredienti attivi del latte d’asina agiscono come antiossidanti, proteggendo la pelle dairadicali liberi che ne causano l’invecchiamento, consentendo la rigenerazione dei tessuti e ottenendo come risultato una pelle più morbida e liscia e dall’aspetto giovane e sano.

Il retinolo contenuto nel latte d’asina in dosi molto elevate, accelera il processo di produzione dicollagene, mantenendo le fibre di elastina intatte e permettendo quindi alla pelle di mantenere la suacompattezza ed elasticità che si perde con gli anni, con il risultato di rallentare visibilmente l’invecchiamento cutaneo. Mantiene, inoltre, l’idratazione cellulare formando una pellicola elastica sulla superficie della pelle ed agendo come esfoliante naturale.

Il latte di asina contiene, inoltre, elevate quantità di lisozima che ha la proprietà di alleviare i disturbi di alcune malattie cutanee come la psoriasi, l’acne, l’eczema e dermatiti di vario genere.